(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) della Pcr non è correlato alla gravità dei sintomi negli stati maniacali o depressivi, ma la sua concentrazione risulta comunque moderatamente diminuita dopo la risoluzione degli episodi maniacali e leggermente più bassa dopo gli episodi depressivi», spiegano i ricercatori
Inoltre, dall'analisi emerge che i pazienti sotto cura farmaceutica per mania e depressione mostrano concentrazioni di Pcr inferiori rispetto a chi non riceve alcun trattamento.
«Questi risultati sono in linea con le ricerche precedenti che dimostrano benefici nel trattamento di alcuni disturbi psichiatrici con farmaci anti-infiammatori», conclude Fernandes.
Commentando la ricerca, Marie Wium-Andersen del Centro psichiatrico di Frederiksberg, in Danimarca, scrive: «Questi dati, se confermati, suggeriscono che la Pcr potrebbe essere un interessante marcatore della risposta al trattamento del disturbo bipolare. Al momento, tuttavia, non si sa abbastanza né su come l'infiammazione potrebbe causare o peggiorare il disturbo bipolare, né sul modo in cui le terapie antinfiammatorie potrebbero prevenire o curare questa psicopatologia».

Fonte: The Lancet Psychiatry

Leggi altre informazioni
07/12/2016 Andrea Sperelli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante