(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) con conseguenti emorragie di varia entità.
Ora l’unica terapia possibile è quella chirurgica ed è attuata preventivamente quando le dilatazioni assumono dimensioni di una certa rilevanza. Non esiste ancora alcun sistema di prevenzione nei confronti di questa patologia che mette a rischio di vita la persona colpita.
"Lo studio ha coinvolto oltre 2000 persone provenienti dal Leicestershire e molte altre da tutto il mondo - ha spiegato Bown, docente di chirurgia presso il Dipartimento di Scienze Cardiovascolari presso l'Università Leicester - e il nostro il team ha confrontato i geni delle persone affette da AAA a quelle che ne erano prive e ha scoperto che un gene, LRP1, è stato fortemente correlato con AAA". "L'aneurisma dell'aorta addominale è una malattia importante - ha continuato - perché colpisce un'ampia fetta della popolazione anziana. Attraverso questa ricerca abbiamo identificato un gene che è associato con l'AAA e l'approfondimento della funzione di questo gene sulla patologia può aiutarci a capire di più la malattia e sui modi per aggredirla senza far ricorso alla chirurgia. Si tratta di una scoperta veramente interessante che rappresenta il culmine di oltre un decennio di lavoro di ricerca in 6 paesi ed è una testimonianza dell’eccellenza della ricerca delle persone coinvolte".







Leggi altre informazioni
07/11/2011 Anna Saito

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante