(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) per ogni causa.
Il team coordinato da Kavousi ha valutato l'utilità di un test del calcio coronarico con tomografia computerizzata nella stratificazione del rischio cardiovascolare nelle donne a basso rischio di malattia aterosclerotica. Ad essere prese in esame sono state 6.700 donne fra i 44 e i 63 anni con rischio di Ascvd a 10 anni inferiore al 7,5 per cento. Il follow up è durato da un minimo di 7 a un massimo di oltre 11 anni. In oltre un terzo dei soggetti (36%), si registrava un esame del calcio coronarico positivo.
«Durante il follow-up si sono verificati un totale di 165 eventi Ascvd, di cui 64 eventi cardiaci acuti fatali, 29 decessi per malattia coronarica e 72 ictus», commentano gli autori.
Rispetto all'assenza di calcio coronarico, la presenza di calcificazioni coronariche è legata a un rischio più elevato di Ascvd e a un'accuratezza prognostica maggiore.

Fonte: Jama

Leggi altre informazioni
29/12/2016 Andrea Piccoli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante