(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) erano in grado di maturare ulteriormente verso un tessuto funzionante, perché senza il supporto dei vasi sanguigni non si riescono a formare le complesse strutture fondamentali del rene, i nefroni, dove si svolgono i processi di filtrazione, riassorbimento e secrezione che caratterizzano questo organo”.
“Il metodo messo a punto in questo studio - commenta Giuseppe Remuzzi direttore delle ricerche del Mario Negri - offre nuove basi metodologiche per sviluppare la ricerca e per interessanti applicazioni terapeutiche. La tecnica infatti apre la strada a tecnologie che consentiranno di produrre nefroni umani da cellule del paziente stesso e di mimare mediante manipolazione genetica malattie renali umane per studiarne i complessi meccanismi e valutare in via preliminare l'attività dei farmaci, riducendo in questo modo la sperimentazione sugli animali”.
Ariela Benigni, capo del dipartimento di Medicina Molecolare del Centro Anna Maria Astori presso il Mario Negri, prefigura uno scenario ormai non più tanto futuristico: “la generazione di nefroni a partire da singole cellule non era mai stata descritta fino a oggi e costituisce un significativo passo in avanti verso l'obiettivo a lungo termine di sostituire la funzione renale con un rene completamente costruito in laboratorio”.
Leggi altre informazioni
19/10/2012 Andrea Piccoli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante