(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) intermedio della parete vascolare e nell'aumento della presenza di proteina C-reattiva.
La sperimentazione ha coinvolto 18 pazienti con aneurisma dell'aorta addominale già diagnosticato attraverso un'ecografia. Dopo la PET/CT i ricercatori hanno prelevato dei campioni di tessuto analizzandoli tramite biopsia.
“Il nostro approccio ci consente per la prima volta di analizzare i punti di alto assorbimento 18F-FDG e confrontarli con una zona inattiva lontana dello stesso aneurisma. Abbiamo inoltre confrontato queste biopsie con frammenti raccolti in pazienti con 18F-FDG negativo. Questa strategia ha permesso la distinzione delle alterazioni biologiche associate con 18F-FDG, che aiuterebbe a identificare importanti marcatori biologici predittivi di rottura”, spiega la dott.ssa Courtois.
La scoperta o meno dell'aneurisma può rappresentare una svolta per la salute del paziente, il quale può decidere eventualmente di sottoporsi a intervento chirurgico per la rimozione del rigonfiamento prima che provochi una crisi fatale.
Leggi altre informazioni
07/10/2013 Andrea Sperelli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante