(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) alte ma il nostro studio suggerisce che, adeguatamente bilanciato, l'integratore potrà avere un ruolo fondamentale nella lotta ai dolori mestruali”.
''Si tratta di una scoperta importante - ha aggiunto la ricercatrice sulle pagine di Archives of Internal Medicine - perché nonostante gli antidolorifici e i contraccettivi orali aiutino a reprimere il dolore, continuano ad avere troppi effetti collaterali e non sono la soluzione ideale sul lungo termine''.
La vitamina D agisce limitando la produzione delle citochine, le molecole che causano infiammazione, e delle prostaglandine, sostanze simili agli ormoni e responsabili principali dei crampi dolorosi. Lo studio si è avvalso della partecipazione di 40 donne che soffrono abitualmente di mestruazioni dolorose, alle quali è stata somministrata una dose di 300 mila UI (la sigla sta per Unità Internazionale, ndr) di vitamina D3. A distanza di due mesi dal trattamento, su una scala stabilita da 0 a 10, è stato calcolato che il dolore percepito era sceso in media di 2,3 punti rispetto all'inizio.
Ulteriori analisi dovranno verificare l'esatto dosaggio da assumere per fornire il miglior rapporto costi-benefici per le pazienti.
Leggi altre informazioni
01/03/2012 Riccardo Antinori

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante