(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) salvavita, in meno di un centimetro di spessore, è dotato di algoritmi avanzati per riconoscere e trattare aritmie cardiache, risultando praticamente invisibile nei bambini e nei soggetti molto magri.
Presentava un quadro aritmologico rarissimo il bimbo di due anni e mezzo arrivato a Bergamo per approfondire i disturbi elettrici cardiaci. Paola Ferrari, aritmologa che segue l’ambulatorio di Aritmologia Pediatrica, spiega come il ritmo cardiaco alternasse rallentamenti e accelerazioni ugualmente pericolose: “Nel nostro piccolo paziente coesistevano una spiccata bradicardia alternata a tachicardia. La prima dovuta alla malattia del nodo del seno, quello che potremmo definire il motore elettrico del cuore, la seconda a un flutter atriale. Questa condizione, rarissima nei bambini, rendeva la sola terapia farmacologica un approccio insufficiente e potenzialmente pericoloso. Grazie a un catetere inserito per via venosa la tachicardia è stata mappata e risolta con una procedura di ablazione”.
Nel corso della stessa procedura è stato inserito sottopelle il mini loop recorder, un monitor cardiaco, molto più piccolo di una comune pila ministilo, iniettabile con una siringa. “ Per consentire il rientro a casa del bimbo e allo stesso tempo il monitoraggio costante del ritmo cardiaco, abbiamo scelto di utilizzare il mini loop-recorder. Questo ci metterà a disposizione una serie di dati utili per valutare l’evoluzione della malattia”, prosegue De Filippo. I dati immagazzinati vengono scaricati da un monitor esterno lasciato vicino al lettino del paziente e trasmessi una volta al giorno direttamente all’ospedale, utilizzando la tecnologia cellulare.
Il microchip sottocutaneo, presentato pochi giorni fa ed utilizzato finora solo sugli adulti, evita il ricorso a frequenti monitoraggi con dispositivi esterni (ECG Holter), poco graditi ai bambini così piccoli e che non offrono registrazioni altrettanto prolungate e realistiche. Inoltre i genitori del paziente hanno a disposizione una sorta di telecomando che invia i dati al Centro in caso di sintomi allarmanti.
Leggi altre informazioni
21/02/2014 Arturo Bandini

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante