(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) infatti, che si tratti di epidurale, spinale o generale, l'eventualità di complicazioni gravi è davvero rara, una su 3mila casi.
Il dott. Robert D'Angelo, che lavora presso la Wake Forest University School of Medicine di Winston-Salem, spiega: «il nostro è il primo trial multicentrico realizzato per valutare l'incidenza di gravi complicanze associate all'anestesia ostetrica. Siamo lieti di scoprire che gravi complicazioni come emorragie, infezioni, paralisi infantile e decesso della madre sono estremamente rare. Tuttavia, poiché molte di esse possono condurre a risultati catastrofici, è importante che gli anestesisti restino comunque vigili e pronti a diagnosticare e trattare tempestivamente qualsiasi evento inaspettato dovesse capitare».
Il ricercatore ha utilizzato i dati del Society for Obstetric Anesthesia and Perinatology’s (SOAP’s) Serious Complication Repository (SCORE) Project, un archivio informatico nel quale trovano spazio le statistiche legate ai parti e alle loro complicanze.
In tal modo sono stati vagliati oltre 250mila parti vaginali e cesarei con somministrazione di anestesia epidurale, spinale o generale avvenuti in 30 ospedali statunitensi nel periodo che va dal 2004 al 2009. Le complicazioni emerse sono state 157, di cui 85 legate all'anestesia.
«Questi risultati possono essere usati non solo per migliorare il consenso informato dei pazienti, ma anche per costruire un registro nazionale di complicanze durante l’anestesia ostetrica come parte del sistema di Incident Reporting sviluppato dall’Anesthesia Quality Institute dell’ASA», conclude D’Angelo.
Leggi altre informazioni
15/05/2015 Andrea Sperelli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante