(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) 42,6% nel gruppo trattato con ipilimumab) e di eventi avversi legati al trattamento di grado 3-4 (14,4% dei pazienti nel braccio con nivolumab vs 45,9% in quelli trattati con ipilimumab).
I risultati sono stati divulgati nella sessione ‘Melanoma/Skin Cancers’ del congresso dell’American Society of Clinical Oncology (ASCO) a Chicago.
“Il più ampio uso di agenti immuno-oncologici ha cambiato il panorama del trattamento contro il cancro e, con l’avanzamento della ricerca, siamo in grado di estendere l’uso di questi agenti alla terapia adiuvante del melanoma per aiutare a prevenire la recidiva di malattia”, ha sottolineato il Dr. Jeffrey S. Weber, principal investigator di CheckMate -238. “I risultati del follow-up a 24 mesi dello studio, il più lungo per un qualsiasi inibitore di PD-1 in ambito adiuvante, continuano a supportare decisamente il beneficio di nivolumab in molti stadi del melanoma e stato di mutazione BRAF”.
Arvin Yang, M.D., Ph.D., development lead, melanoma and genitourinary cancers, Bristol-Myers Squibb, ha affermato: “I dati aggiornati dello studio CheckMate -238 continuano a indicare che il trattamento adiuvante nel melanoma può cambiare il decorso della malattia prevenendo le recidive e la progressione a uno stadio più avanzato”.
In questo studio, nivolumab ha mostrato una RFS superiore rispetto a ipilimumab, indipendentemente dallo stadio della malattia, dall’espressione di PD-L1 o dallo stato di mutazione BRAF, con tassi di RFS del 62,6% con nivolumab rispetto al 50,2% con ipilimumab nella popolazione ‘intent-to-treat’. Nei pazienti con melanoma in stadio IIIB, i tassi di RFS a 24 mesi con nivolumab erano pari al 70,8% vs 60,7% con ipilimumab; nei pazienti con melanoma in stadio IIIC, i tassi di RFS erano pari al 58,0% con nivolumab vs 45,4% con ipilimumab; e nei pazienti con melanoma in stadio IV, i tassi di RFS con nivolumab erano pari al 58,0% vs 44,3% con ipilimumab. Nei pazienti con melanoma BRAF mutato, i tassi di RFS con nivolumab erano pari al 61,9% vs 51,7% con ipilimumab; nei pazienti con melanoma BRAF ‘wild-type’, nivolumab ha mostrato una RFS pari al 63,5% vs 46,2% con ipilimumab.

Lo studio CheckMate -238
CheckMate -238 è uno studio in corso di fase III, randomizzato, in doppio cieco, che ha valutato nivolumab versus ipilimumab in pazienti sottoposti a resezione chirurgica completa di un melanoma in stadio IIIB/C o stadio IV. Lo studio ha randomizzato 906 pazienti 1:1 a ricevere nivolumab 3 mg/kg ogni due settimane (453 pazienti) o ipilimumab 10 mg/kg (453 pazienti) ogni tre settimane per 4 dosi e successivamente ogni 12 settimane a partire dalla settimana 24. I pazienti sono stati trattati fino a recidiva di malattia, tossicità inaccettabile o ritiro del consenso fino a un anno. Endpoint primario era la RFS definita come il tempo intercorso tra la randomizzazione e la data della prima recidiva, un nuovo melanoma primario o la morte. Dopo aver raggiunto l’endpoint primario, lo studio proseguirà per valutare la sopravvivenza globale, un endpoint secondario.

Terapia adiuvante del melanoma
Il melanoma è classificato in cinque categorie di stadiazione (stadio 0 -4), sulla base delle caratteristiche in situ, dello spessore e ulcerazione del tumore, se il cancro si è esteso ai linfonodi e quanto lontano dagli stessi si è propagato.
Il melanoma in stadio III ha raggiunto i linfonodi regionali, ma non si è ancora diffuso ai linfonodi a distanza o ad altre parti del corpo (metastatizzato) e richiede la resezione chirurgica del tumore primario e dei linfonodi coinvolti. Alcuni pazienti possono essere anche trattati con terapia adiuvante. Malgrado l’intervento chirurgico e il possibile trattamento adiuvante, la maggior parte dei pazienti manifestano recidiva di malattia e progressione alla malattia metastatica. Entro cinque anni, la maggioranza dei pazienti in stadio IIIB e IIIC (rispettivamente il 68% e 89%) manifestano recidiva di malattia.
Leggi altre informazioni
07/06/2018 Arturo Bandini

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante