(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) universitari, pertanto con conoscenze tecnologiche elevate. Il test prevedeva la ricerca di alcune parole; in alcuni casi lo smartphone veniva lasciato al proprietario – che comunque non poteva utilizzarlo per completare il test – in altri veniva preso dai medici.
Contemporaneamente i ricercatori hanno analizzato i valori della frequenza cardiaca e la pressione sanguigna. I parameri risultavano più elevati quando i soggetti erano privati dello smartphone, e le prestazioni cognitive durante il test erano inferiori. Valori opposti a quelli verificati dopo aver reso di nuovo disponibili i telefoni.
Il dott. Russell Clayton commenta: “segno che lo smartphone rappresenta ormai un prolungamento di noi stessi. Non essere nelle condizioni di rispondere al proprio smartphone può ridurre l’attenzione nei confronti delle attività che svolgiamo durante il giorno. Così si rischia di destinare molte energie mentali su qualcosa di diverso rispetto a ciò su cui invece dovremmo essere concentrati”.
Leggi altre informazioni
20/01/2015 Andrea Piccoli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante