(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) del mare non si limitano a questo, rendendo molto più complicata la camminata. Aumenta così il rischio di inciampare e il sovraccarico a livello del tallone che, alla lunga, può causare sindromi dolorose. Le stringhe laterali, poi, strisciando contro la pelle, aumentano il rischio di vesciche. Per contrastare il naturale scivolamento della calzatura, tendiamo automaticamente a contrarre le dita, il che si associa a un aumento del rischio di deformazione delle stesse e di insorgenza del dito a martello, una patologia risolvibile solo attraverso un intervento chirurgico.
Ma non è finita qui. La mancanza di un rialzo superiore ostacola il corretto appoggio del piede, provocando errori di postura che si riflettono negativamente sulla circolazione sanguigna e sulle articolazioni, spesso vittime di tendiniti. Inoltre, le infradito sono spesso prodotte in lattice, materiale altamente allergico, ed è ancora consentito l'utilizzo del bisfenolo A, una sostanza potenzialmente cancerogena già vietata per altre produzioni.
Il dottor Andrea Bianchi, Chirurgo specializzato in Ortopedia e Traumatologia, conferma i timori dei podologi americani e raccomanda l’uso di sandali con chiusure e plantare per garantire un miglior supporto al piede poiché “la suola molto piatta, l’assenza di arco plantare e di ammortizzazione – spiega il dottor Bianchi – non offrono alcun supporto al calcagno e alimentano una cattiva postura e conseguenti infiammazioni tendinee”.
Chi indossa le infradito tutti i giorni, nonostante la loro apparente comodità, è più soggetto a dolori al tallone, alla volta plantare e all’anca. La maggior parte di questi problemi è causata dai movimenti che il nostro corpo esegue per non far scivolare questo tipo di calzatura dal piede.
Inoltre, chi le utilizza anche per lunghe camminate in città, specialmente in vacanza, avrà notato quanto siano scivolose, pericolose nella guida e spesso causa di infezioni generate dalle piccole ferite che si creano tra l’alluce e il secondo dito.
Sconsigliate anche le pantofole oltre alle infradito classiche perché non provviste di laccetto che tenga fermo il piede e che consenta il suo rotolamento. ''Il dolore al tallone è molto diffuso – conclude l’esperto –, ogni anno cresce il numero di pazienti soggetti ad appiattimento delle volte plantari''. Anche se la moda impera, meglio dunque i sandali sportivi che garantiscono un maggior supporto al piede.
Leggi altre informazioni
15/06/2015 Andrea Sperelli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante