Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Parkinson, alterazioni posturali e fattori di rischio

I risultati di uno studio multicentrico italiano

Parkinson_13700.jpg

Il morbo di Parkinson è segnato da un graduale incremento del grado di disabilità del paziente dovuto all’insorgenza di disturbi non-motori (disturbi dell’umore, del sonno e cognitivi) e motori tra cui alterazioni posturali, spesso invalidanti, quali la deviazione laterale del tronco (Pisa Syndrome), la flessione anteriore del tronco (Camptocormia) e del collo (Anterocollo).
Il rapido riconoscimento dei disturbi posturali e l’adozione di specifiche procedure farmacologiche e riabilitative possono rallentare l’evoluzione della malattia di Parkinson verso forme più severe. Un contributo fondamentale in questa direzione arriva da uno studio multicentrico italiano coordinato da Michele Tinazzi, docente di Neurologia del dipartimento di Scienze Neurologiche, Biomediche e del Movimento (Direttore: Prof. A. Sbarbati) dell’Università di Verona i cui risultati sono stati pubblicati sulla ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Parkinson, alterazioni, posturali,
commenta l'articolo
nickname
email
effettua il login oppure

Hai un dubbio? Chiedi allo specialista!
Puoi prenotare una visita medica presso i nostri laboratori

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia SaluteAvvertenze privacy

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


Questa pagina è stata letta 32431 volte