(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) giugulare. I due esami sono stati effettuati dapprima sulla terra nel novembre del 2014, ripetuti tre volte nel corso della permanenza sulla stazione spaziale orbitante e infine il 17 giugno a Houston, meno di una settimana dopo il rientro dell'astronauta.
La strumentazione consisteva in un sistema di pletismografia estensimetra non invasiva e cioè di un sensore che si "aggancia" al collo e che è stato usato nel 2012 per valutare il deflusso cerebrale per confrontare i soggetti sani con i pazienti affetti da sclerosi multipla. Il pletismografo (o collare pletismografico), permette la stesura di un tracciato giugulare sincronizzato con l'elettrocardiogramma, per ricavare non invasivamente la pulsatilità giugulare e caratterizzare la funzione cardiaca.
Il test è molto importante perché potrebbe consentire la messa a punto di un sistema operatore indipendente per la misurazione del flusso venoso. Uno dei principali problemi che riguardano la diagnosi della CCSVI e la sua correlazione con la sclerosi multipla è proprio dato dal fatto che l'ecografia come strumento diagnostico è uno strumento del tutto dipendente dalla formazione dell'operatore.
La difficoltà principale è che la vena giugulare è un vaso pulsatile (o in movimento e pulsante), e ha diverse misurazioni durante il ciclo cardiaco, a seconda di quanto sangue la stia attraversando in un qualsiasi momento. Inoltre, la vena giugulare è ellittica, e non un cerchio, il che ha creato confusione nella misurazione della sezione trasversale (CSA).
Il test potrebbe rendere presto accessibile a tutti le tecnologie di diagnostica avanzata sviluppate all'interno dei programmi spaziali dell'astronauta Samantha Cristoforetti.
Interessante anche il lato economico dell'iniziativa dato che gli esami con questa patologia saranno a costi molto bassi rispetto ai test diagnostici attuali.
"Il progetto permetterà di superare l'attuale situazione sulla diagnosi di CCSVI spesso non possibile nei centri pubblici", spiega una nota dell'associazione CCSVI nella SM Onlus "e che obbliga i pazienti a rivolgersi a operatori spesso privi di adeguata esperienza diagnostica".
Leggi altre informazioni
20/11/2015 Andrea Piccoli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante