Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Malattia renale cronica, la dieta con chetoanaloghi

La dialisi può essere rimandata grazie al regime alimentare

Varie_13839.jpg

La dieta supplementata con chetoanaloghi può essere determinante nel rallentare il decorso della malattia renale cronica (Ckd), rimandando così l'inizio della dialisi. Lo fa notare uno studio pubblicato sul Journal of American Society of Nephrology da un team del Carol Davila Teaching Hospital of Nephrology di Bucarest, in Romania.
La dott.ssa Liliana Garneata spiega: «La dieta è una componente fondamentale nella gestione della Ckd, e diversi regimi dietetici sono stati proposti negli anni».
L'aspetto più importante, ovviamente, è la restrizione proteica e la riduzione dell'assunzione di sodio, con conseguente controllo della pressione arteriosa.
Secondo alcuni studi, l'aggiunta di chetoanaloghi, ovvero analoghi non azotati degli aminoacidi essenziali, può essere d'aiuto. «Nel corpo umano i chetoanaloghi catturano l'azoto e lo trasformano in aminoacidi, che sono i mattoni delle ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | reni, chetoanaloghi, dieta,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia SaluteAvvertenze privacy

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


Questa pagina è stata letta 16834 volte