(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) raffreddori, mal di testa e una cera grigia, forse è il momento di cambiare le nostre abitudini, perché il nostro fisico è appesantito, non solo o necessariamente dai chili di troppo, ma dalle tante sostanze industriali che riempiono e svuotano di principi nutritivi i nostri cibi. Il nostro corpo ha bisogno di un po’ di “riposo”, allora regaliamogli almeno tre giorni di dieta disintossicante. Le regole sono poche e semplici, ma fondamentali.
Evitare assolutamente alcol, caffè e zucchero in modo da permettere al fegato e ai reni di riprendersi. Quando nell’organismo passano tante tossine, sono proprio questi organi a dover lavorare di più per rimuovere le sostanze dannose. La digestione migliorerà e i grassi si bruceranno con più facilità.
Bere almeno un litro di acqua al giorno e mangiare tanta frutta e verdura. Non bisogna solo togliere alimenti, ma anche aggiungere quei cibi che disintossicano in modo attivo il nostro organismo, come verdura, frutta, prodotti integrali e legumi. È buona norma iniziare ogni pasto con un piatto di verdure crude, ci daranno un senso di sazietà e serviranno per allontanare le tossine contenute nelle portate successive.
Durante la giornata via libera al tè verde o altre tisane, rigorosamente senza zucchero, è ammesso solo un po’ di miele. Non tutti lo sanno, ma il tè verde ha delle proprietà che favoriscono il dimagrimento, neutralizzando – per così dire – una parte delle calorie ingerite in precedenza.


Ridurre drasticamente il consumo di carne rossa – ne mangiamo tutti troppa – ma anche di salumi e di formaggi, soprattutto quelli stagionati perché apportano grandi quantità di grassi saturi (causa di alti livelli di colesterolo nel sangue) e sono più ricchi di sodio, minerale che facilita ritenzione idrica e di conseguenza la cellulite, favorendo inoltre l'ipertensione.
Diamo spazio al consumo dei cereali integrali, l’alta presenza di fibre aiuta a mantenere l'intestino pulito, inoltre hanno una buona azione disintossicante.
Se ci capita di “sgarrare”? Assolutamente no ai sensi di colpa, producono affaticamento mentale e, quindi, altre tossine. “Peccare” con il cibo ogni tanto fa bene, favorisce la produzione di endorfine, sostanza dagli effetti antidepressivi e antifame, limitando così i danni provocati dall'eccesso alimentare.
Leggi altre informazioni
07/01/2020 Arturo Bandini

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante