(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) nei linfonodi causando un'adenopatia regionale oppure nel sangue, finendo con il compromettere gli organi interni.
I sintomi iniziali della malattia sono simili a quelli di qualsiasi influenza: spossatezza, febbre, mal di testa, dolori articolari. Col passare del tempo, però, in mancanza di una specifica cura antibiotica, il dolore colpisce anche i muscoli e le ossa, e l'infezione produce danni a livello neurologico. Una discreta percentuale di pazienti sviluppa una vera e propria artrite cronica.
Uno studio dei Centers for Disease Control and Prevention di Atlanta ha scoperto che anche il batterio Borrelia mayonii può essere alla base dell'insorgenza della malattia. In questo caso, secondo i ricercatori, i sintomi sarebbero più pesanti e l'infezione complessivamente più grave. Questo tipo di batterio causerebbe anche sintomi di natura gastrointestinale, che si aggiungerebbero quindi a quelli normali.
Un altro studio della Yale University ha portato invece alla realizzazione di un vaccino sperimentale in grado di prevenire la malattia di Lyme. Si tratta di un vaccino a duplice azione, capace cioè di stimolare il sistema immunitario a produrre anticorpi e allo stesso tempo di distruggere i batteri che eventualmente entrassero in contatto con l'organismo immunizzato.
Leggi altre informazioni
22/06/2016 Andrea Piccoli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante