Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Linfoma non-Hodgkin, Hiv ed epatiti ne aumentano il rischio

Rischiosa la presenza correlata di Hbv e Hcv

Linfoma_24.jpg

Il rischio di linfoma non-Hodgkin nei pazienti affetti da Hiv aumenta in maniera significativa in presenza di una co-infezione da Hbv e Hcv, i ceppi dell'epatite B e C. Lo dimostra uno studio pubblicato su Annals of Internal Medicine.
├ł noto che l'infezione da Hiv aumenti di 10 volte la possibilit├á di un linfoma non-Hodgkin, che ├Ę spesso causa di sviluppo dell'Aids e di decesso anche fra i pazienti trattati con terapia antiretrovirale.
Gli autori dell'articolo hanno analizzato i dati del programma COHERE (Collaboration of Observational Hiv Epidemiological Research Europe), scoprendo che una co-infezione da Hvb e Hcv peggiora ulteriormente le cose.
Il campione era costituito da 52.479 soggetti affetti da Hiv, dei quali 40.219 hanno iniziato la terapia antiretrovirale. In alcuni casi, i soggetti mostravano anche un'infezione da Hbv o da Hcv o da entrambi i ceppi virali.
I dati ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | linfoma, Hbv, Hcv, Hiv,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La PubblicitÓ su Italia SaluteAvvertenze privacy

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


Questa pagina ├Ę stata letta 16201 volte