(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) Disease Program Clinic di Atlanta.
I pazienti erano positivi all'Hiv, non avevano l'osteoporosi e assumevano gli antiretrovirali per la prima volta. I partecipanti sono stati randomizzati alla somministrazione di una singola dose di acido zoledronico o di placebo il giorno stesso dell'inizio della terapia antiretrovirale. I marcatori del turnover osseo e la densità minerale ossea sono stati valutati alle settimane 0, 12, 24 e 48.
I dati indicano che l'acido zoledronico ha effetti positivi in termini di inibizione del riassorbimento osseo a partire dalla dodicesima settimana.
«Nessun effetto del farmaco è stato osservato in termini sia di soppressione virologica sia di effetti avversi gravi o interferenze farmacologiche durante il trattamento di terapia antiretrovirale», spiegano gli autori.
Nel corso dello studio i livelli di osteocalcina sono rimasti invariati, il che dimostra che l'acido zoledronico non influenza in maniera significativa la formazione ossea.
«Questa relativa mancanza di effetto sulla formazione ossea con una singola dose di farmaco è importante, in quanto l'osso rigenerato con l'uso prolungato di bisfosfonati è paradossalmente suscettibile di microfessurazioni», concludono gli autori.

Fonte: Clinical Infectious Diseases
Leggi altre informazioni
07/06/2016 Andrea Piccoli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante