(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) controllando che non rimangano residui. Applicare localmente del ghiaccio che lenisce il dolore e diminuisce l'infiammazione. Se si scopre un alveare, mai disturbare le api che per reazione potrebbero assalire e causare numerose punture.
- Per i pesci (tracina, pesce ragno, scorfano) bisogna fare attenzione alla tossina che il pesce inocula attraverso le spine dorsali. In questo caso è necessario immergere la zona che è stata punta in acqua calda il più a lungo possibile e mantenerla per almeno un'ora. In assenza di acqua calda, utilizzare la sabbia calda. Disinfettare e, se presenti spine, asportarle. Contrariamente a quanto si crede, in questo caso, non va utilizzato ghiaccio, sostanze refrigeranti o ammoniaca.
- In caso di contatto con la malmignatta (considerato il più pericoloso ragno della nostra penisola, presente soprattutto nel Centro - Sud Italia e nelle isole nelle zone di campagna disabitate o incolte, sotto sassi ma anche in box e cantine) occorre lavare bene la cute e disinfettare la zona colpita, ma soprattutto rivolgersi immediatamente ad un Pronto Soccorso se compaiono sintomi come tremori, vertigini, contrazioni muscolari.
- Niente paura con gli scorpioni: quelli italiani, infatti, sono innocui. Il pericolo aumenta è reale quando ci si reca nei paesi africani, dove gli scorpioni sono velenosi e il morso può essere fatale.
- In caso di contatto con le meduse si consiglia di non perdere la calma e di rimanere in acqua il più possibile cercando di allontanare, con la mano a piatto, le vescicole che contengono le sostanze urticanti. Dopo di che applicare ghiaccio o pomate a base di cloruro di alluminio. Non sciacquare con acqua dolce e mai applicare ammoniaca sulla zona colpita, come invece avviene molto comunemente.
- Se sfortunatamente si viene morsi da una vipera, unico serpente velenoso presente in Italia, il rischio è proporzionato al tipo di morsicatura: è la vipera che decide se inoculare il veleno o meno. È indispensabile: tranquillizzare l'infortunato, non perdere la calma, immobilizzare l’arto come se fratturato, e recarsi o trasportare in ospedale. Mai incidere, succhiare il punto di inoculo, applicare ghiaccio, assumere alcolici, somministrare medicinali fuori dall’ospedale.
- Con le zecche, presenti negli animali domestici o tra l’erba e i cespugli, l’asportazione dalla cute dell’animale o dell'uomo risulta difficile. Non strapparle e, se trovate addosso alla nostra pelle, è preferibile rivolgersi al medico.
- Nel caso in cui si venga morsi da un cane, ad esempio, i pericoli possono derivare da virus e batteri inoculati attraverso la saliva. È bene perciò lavare abbondantemente la ferita con acqua e disinfettare con acqua ossigenata. A scopo preventivo è bene non infastidire l'animale ed evitare di avvicinare il viso o mettere le mani nella sua bocca.
- Stesso comportamento va seguito con il gatto, che non ama essere infastidito ed essere guardato negli occhi; il pericolo in questo caso è rappresentato da virus e batteri inoculabili attraverso il graffio.
È sempre molto importante, infine, come sottolinea il Centro Antiveleni dell’Ospedale Niguarda, qualora si presentino sintomi inconsueti o particolarmente gravi (ripetuti episodi di vomito e diarrea, dolori addominali, perdita di coscienza, difficoltà respiratorie ecc.) non improvvisare rimedi frutto del passaparola o delle credenze popolari ma rivolgersi immediatamente alle strutture competenti o agli esperti del Centro Antiveleni, che è possibile contattare ogni giorno dell’anno 24 ore su 24 al numero di telefono 02 66.10.10.29.

Leggi altre informazioni
05/08/2011

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante