(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) andando ad agire in profondità per una ridensificazione del derma ottenendo un aumento del tono dei tessuti e quindi un effetto lifting sull’area trattata», aggiunge la specialista. «La nuova tecnologia ha permesso di superare anche l’unico inconveniente del trattamento: ovvero, i pazienti lamentavano un certo fastidio. I nuovi manipoli non proiettano un punto, ma una specie di piccolissimo anello e questo non provoca alcun fastidio e azzera eventuali complicanze, riducendo in modo significativo anche il rossore che prima si manifestava sull’area trattata».
Le zone d’elezione per l’utilizzo dei nuovi ultrasuoni focalizzati sono quelle del volto, del collo e del décolleté, «ma anche le aree dove si vuole andare a rassodare la pelle rimodellando così la linea del corpo - precisa Gilardino -. Parlo dell’interno braccia e dell’interno coscia, ma anche dell’addome quando c’è necessità di rendere la pelle più soda. Per esempio, la situazione di un post gravidanza. A seconda della zona trattata e della necessità di agire più o meno in profondità si utilizza il manipolo più adeguato».
Gli ultrasuoni focalizzati sono quindi estremamente duttili. «Possono restituire luminosità al viso e allo sguardo: trattando la zona attorno agli occhi si attenuano le occhiaie e le cosiddette zampe di gallina, e con un passaggio sulla fronte è possibile sollevare leggermente il sopracciglio così da restituire uno sguardo più luminoso». Tutto questo richiama l’uso della tossina botulinica. «È di fatto un trattamento che si presta ad essere combinato con altri. Il botulino può essere un complemento nella zona perioculare, ma in aree più estese è possibile fare un leggero peeling – quasi un massaggio – per amplificare gli effetti dell’Hifu. O ancora, a fronte di una pelle molto grinzosa, l’uso di filler a base di idrossiapatite di calcio consente di riempire le zone che il tempo ha svuotato, potenziando ulteriormente l’effetto degli ultrasuoni focalizzati».
Per queste sue proprietà, l’Hifu viene indicato anche a chi non si è mai avvicinato alla medicina estetica. Il tutto senza richiedere un impegno particolare. Conclude Gilardino: «Normalmente non si va oltre le due o tre sedute all’anno. I costi variano a seconda della zona trattata: si parte da 200 euro a seduta».
Leggi altre informazioni
06/06/2018 Andrea Sperelli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante