(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) cui dichiarano che l’idea di un’immunità di gregge naturale è fallace e costosa in termini di vite umane, oltre a non avere l’atteso effetto di contenimento del virus. Secondo gli scienziati, infatti, il virus tornerebbe a ondate ripetute perché l’immunità post-infezione sembra durare solo pochi mesi e il pericolo di una nuova infezione è più che concreto.
La lettera risponde alla dichiarazione della Casa Bianca di non voler più limitare la pandemia con restrizioni severe: "Il governo americano suggerisce di consentire un ampio focolaio incontrollato nella popolazione a basso rischio proteggendo i più vulnerabili. I sostenitori - si legge sul portale del Lancet - suggeriscono che questo alla fine proteggerà i vulnerabili. Questo è un errore pericoloso non supportato da prove scientifiche. Qualsiasi strategia di gestione della pandemia basata sull'immunità da infezioni naturali per Covid-19 è difettosa. Oltre al costo umano ciò avrebbe un impatto sulla forza lavoro nel suo complesso e sopraffarebbe la capacità dei sistemi sanitari di fornire cure intensive e di routine. Inoltre, non ci sono prove di un'immunità protettiva duratura alla Sars-Cov-2 a seguito di infezione naturale, e la trasmissione endemica derivata dal declino dell'immunità rappresenterebbe un rischio per le popolazioni vulnerabili per un tempo indefinito. Una strategia del genere non porrebbe fine alla pandemia ma si tradurrebbe in epidemie ricorrenti, come nel caso di numerose malattie infettive prima dell'avvento della vaccinazione", aggiungono gli esperti.
“L’infezione – aggiungono gli 80 - può essere mitigata attraverso l'allontanamento fisico, uso di rivestimenti per il viso, igiene delle mani e delle vie respiratorie, evitando la folla e gli spazi poco ventilati. Anche test rapidi, tracciamento dei contatti e isolamento sono fondamentali per il controllo della trasmissione. L'Oms ha sostenuto queste misure sin dall'inizio della pandemia", ricordano gli scienziati, secondo cui il lockdown deciso dalla maggior parte dei governi mondiali “sebbene abbia avuto un impatto distruttivo sulla salute mentale e fisica e danneggiato l'economia sia stato l'unico modo per porre freno ai contagi. Il tasso di mortalità per infezione del nuovo coronavirus - ricordano ancora gli studiosi nell'articolo - è molte volte superiore a quello dell'influenza stagionale, e l'infezione può portare a malattie persistenti, anche in persone giovani e precedentemente sane. Non è chiaro per quanto tempo l'immunità protettiva dura e, come altri coronavirus stagionali, Sars-Cov-2 è in grado di reinfettare persone che hanno già avuto la malattia".

Leggi altre informazioni
15/10/2020 Andrea Piccoli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante