(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) ci si aspettava attorno ai 12 mesi di età.
Andreas Zimmer, coordinatore dello studio, commenta: «Il trattamento ha invertito completamente il normale declino cognitivo negli animali anziani».
I ricercatori hanno scoperto che il Thc agisce sia a livello molecolare che direttamente sulle connessioni fra i neuroni. «Il Thc – sottolinea Zimmer – sembra quasi portare indietro l’orologio molecolare del cervello».
È ovvio che sull’uomo le cose potrebbero andare diversamente, ma i ricercatori vogliono approfondire l’argomento passando alla sperimentazione umana. A scanso di equivoci, si parla di dosi di Thc bassissime, molto inferiori a quelle solitamente presenti nelle “canne” e pertanto inferiori a quelle necessarie per produrre effetti stupefacenti.

Leggi altre informazioni
09/05/2017 Andrea Sperelli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.
Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante