(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) nella cittadina di Beaver Dam, nel Wisconsin.
«La ricerca è parte del Beaver Dam Eye Study, un trial finanziato dal National Eye Institute che dal 1987 raccoglie informazioni su prevalenza e incidenza di degenerazione maculare età-correlata, degenerazione maculare e retinopatia diabetica», spiega Klein.
Dai dati emerge che l'uso di vasodilatatori come l'idralazina e il minoxidil aumenta del 72 per cento le probabilità di sviluppare segni di degenerazione maculare in fase iniziale. «Per fare qualche numero, l’8,2% delle persone che non assumeva vasodilatatori ha sviluppato segni iniziali della malattia, contro il 19,1% dei pazienti in terapia con tali farmaci».
Ma anche l'assunzione di beta-bloccanti orali come l'atenololo e il metoprololo è legata a un aumento del 71 per cento delle probabilità di sviluppare degenerazione maculare neovascolare, una forma più grave della stessa malattia.
«Sono necessari ulteriori studi per capire le cause dell’aumento di rischio», conclude il ricercatore americano.
Leggi altre informazioni
11/06/2014 Andrea Sperelli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante