(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) orologio biologico e la vacanza è un momento dell’anno in cui spesso le abitudini alimentari vengono modificate e così pure il normale ritmo sonno-veglia. Questi cambiamenti possono portare allo scatenarsi di episodi cefalalgici, per lo più di tipo tensivo ed occasionale. Anche i marcati cambiamenti climatici e di altitudine possono contribuire”.
Evitare questa spiacevole sorpresa è possibile con qualche accorgimento. “È importante fare attenzione ai cambiamenti troppo bruschi dello stile di vita o ai comportamenti che possono alterare l’equilibrio dell’organismo – spiega Bussone -. Utile pensare anche a rimedi da mettere in valigia, per intervenire in caso di mal di testa e bloccarlo prima che il dolore diventi più intenso e disabilitante. Tra le diverse soluzioni, l’ibuprofene offre un buon profilo di efficacia e sicurezza e agisce in tempi rapidi bloccando l’evolversi dell’episodio cefalalgico. Un’attività fisica e una sana alimentazione sono importanti per aiutare l’organismo ad abituarsi ai nuovi ritmi vacanzieri”.
Ecco il decalogo dell’esperto per allontanare il rischio di mal di testa da vacanza.

1. I PREPARATIVI - Nei giorni prima della partenza prepararsi al cambiamento di ritmo, cercando di riposare e concedendosi qualche piccola pausa.
2. LA VALIGIA - Mettere in valigia rimedi antinfiammatori e analgesici, come l’ibuprofene, utili a intervenire per bloccare il dolore in caso di necessità.
3. IL VIAGGIO - Durante il viaggio non trascurare un’alimentazione sana e nutriente, a partire da una buona prima colazione a base di zuccheri a pronta disponibilità (ad esempio miele, marmellata e frutta).
4. IL SONNO - Nei primi giorni di vacanza cercare di evitare cambiamenti bruschi del proprio stile di vita, ad esempio del ritmo sonno-veglia. Anche dormire troppo per l’organismo è una causa di mal di testa in particolare in chi è predisposto. Bisogna sempre tenere presente che l’emicrania è una patologia dei nostri orologi biologici.
5. ATTIVITÀ FISICA - Fare attività fisica per aiutare l’organismo ad adattarsi al nuovo ritmo. È sufficiente fare lunghe passeggiate all’aria aperta.
6. L’AMBIENTE E IL CLIMA – Evitare i marcati cambiamenti di fuso orario o di altitudine, soprattutto nei primi giorni di vacanza, quando l’organismo non è ancora abituato al nuovo ambiente.
7. L’ALIMENTAZIONE - Fare attenzione all’alimentazione e cercare di non stravolgere le proprie abitudini alimentari. In vacanza qualche strappo alla regola è concesso, ma non bisogna esagerare.
8. RELAX - Anche il relax deve essere graduale. Impegnarsi in attività ricreative è utile per passare gradualmente dal ritmo lavorativo della città al ritmo vacanziero.
9. NON ASPETTARE – In caso i sintomi del mal di testa comincino a manifestarsi, non aspettare l’intensificarsi del dolore, ma intervenire subito con un farmaco antinfiammatorio, come l’ibuprofene, per evitare che l’episodio di cefalea raggiunga il suo apice (se gli episodi si intensificano e si ripresentano frequentemente è però necessario procedere ad approfondimenti con l’aiuto di esperti).
10. VIVERE LA VACANZA CON SERENITÀ – Evitare di trasformare la vacanza stessa in una fonte di stress con programmi concitati e impegni eccessivi, un approccio sereno è un buon antidoto contro il mal di testa!

Leggi altre informazioni
24/07/2015 Arturo Bandini

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante