(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) da 6 a 12 mesi di età in base al seguente protocollo: 50 mg/die per 3 mesi seguiti da 250 mg/die per 3 mesi.
Il parametro per stabilire il successo della sperimentazione era l'eventuale comparsa di allergia all'uovo a 12 mesi.
«L'allergia si è verificata nell'8% dei soggetti trattati con uovo in polvere rispetto al 38% del gruppo placebo», conclude Natsumo. «L'allergia alimentare è un importante problema clinico con una frequenza del 3-4% nell'infanzia», ha commentato Graham
Roberts, del reparto di allergologia e medicina respiratoria pediatrica dell'Università di Southampton. «I risultati di questo studio chiedono cautela, data la sua precoce interruzione, ma aprono la strada all'ipotesi che piccole quantità di uovo cotto introdotte molto presto nella dieta infantile possano rappresentare una strategia efficace di prevenzione».

Fonte: Lancet
Leggi altre informazioni
13/01/2017 Andrea Sperelli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante