(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) evitare l’asma da sforzo, mentre ora la prospettiva è cambiata: abbiamo capito che il regolare esercizio fisico protegge dal peggioramento della malattia e dalla probabilità di diventare obesi», afferma Giorgio Piacentini, ordinario di pediatria all’Università di Verona e presidente della Società Italiana per le Malattie Respiratorie Infantili (Simri).
L’analisi ha coinvolto 196 bambini fra i 3 e i 12 anni ed è stata realizzata a Baltimora, città i cui livelli di inquinamento sono inferiori a quelli delle città italiane.
Secondo lo studio, esiste anche una correlazione fra distanza dalla casa di un bambino asmatico e il parco ed entità dei sintomi. Ogni trecento metri in più, i piccoli asmatici sperimenterebbero un giorno di malessere in più nell’arco di un anno. Un’ulteriore conferma dei benefici assicurati dal parco, la cui lontananza dall’abitazione ne rende meno probabile la frequentazione.
«Si tratta di risultati che supportano l’importanza dei parchi per la salute dei cittadini e che suggeriscono come una corretta politica edilizia possa avere un forte impatto sulla salute infantile», hanno affermato i ricercatori.

Leggi altre informazioni
15/09/2017 Andrea Sperelli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante