(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) più veloce della fibrosi epatica, a un maggior aumento della steatosi e a un più alto rischio di carcinoma epato-cellulare.
Nei pazienti con Hcv genotipo 3 il rischio di cirrosi è superiore del 31 per cento rispetto ai soggetti con Hcv genotipo 1. In tutto sono stati trattati 50 pazienti, 24 per 12 settimane e gli altri 26 per 16 settimane. Nella maggior parte dei casi si trattava di uomini bianchi e precedentemente trattati. Il 72 per cento aveva cirrosi e il 52 per cento un dosaggio di Rna Hcv di almeno 6 milioni UI/ml. Le caratteristiche basali erano comparabili nei due bracci.
Riguardo alla sicurezza, la somministrazione della terapia ha prodotto effetti collaterali piuttosto lievi, fra cui insonnia, affaticamento e cefalea. Le ricadute virologiche sono state registrate in soli 4 casi, mentre è stato registrato anche un decesso sebbene non correlato al trattamento.
Leggi altre informazioni
20/11/2015 Andrea Piccoli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante