Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Linfoma di Hodgkin, nuova cura con Pembrolizumab

Per pazienti in cui il trapianto autologo non è andato a buon fine

Linfoma_5442.jpg

Chi è colpito da Linfoma di Hodgkin e non risponde ai trattamenti tradizionali – trapianto autologo o Brentuximab vedotin – può ora contare su Pembrolizumab.
La Commissione Europea ha infatti approvato il farmaco, una terapia anti-PD-1 (programmed death receptor-1), per il trattamento di pazienti adulti con linfoma di Hodgkin classico (cHL) refrattario o recidivato dopo trapianto autologo di cellule staminali (ASCT) e Brentuximab vedotin (BV) o ineleggibili al trapianto o che abbiano fallito la terapia con BV.
L’approvazione europea permette la commercializzazione di Pembrolizumab in tutti i 28 Paesi membri dell’Unione Europea, alla dose di 200 mg ogni tre settimane fino a progressione della malattia o tossicità inaccettabile.
«L’approvazione europea mette a disposizione un’importante nuova opzione terapeutica per i pazienti con linfoma di Hodgkin classico che non hanno risposto ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | linfoma, Pembrolizumab, Hodgkin,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia SaluteAvvertenze privacy

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


Questa pagina è stata letta 846 volte