(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) ad altre patologie intestinali, ritarda i tempi della diagnosi in un paziente su quattro e spesso la diagnosi avviene quando il tumore si è già diffuso ad altri organi. L’organo più colpito dalle metastasi è il fegato, per lo stretto collegamento dei due organi a livello della circolazione sanguigna.

I sintomi più frequenti sono:
Presenza di sangue/muco nelle feci
Cambiamenti delle abitudini intestinali, come diarrea o stitichezza
Dolore o fastidio
Sensazione di evacuazione incompleta dopo lo svuotamento dell’intestino
Perdita di peso inspiegabile
Stanchezza pronunciata
Gonfiore addominale
Presenza di noduli addominali palpabili
Anemia inspiegabile
Inoltre rappresentano importanti fattori di rischio:
Età: oltre il 90% delle persone affette da tumore del colon ha più di 50 anni
Storia Medica: precedenti episodi di tumore del colon, polipi colon rettali o una malattia infiammatoria intestinale cronica (come colite ulcerosa o malattia di Crohn)
Familiarità: alcune mutazioni genetiche, una storia familiare di tumore del colon retto e/o polipi. Alimentazione scorretta: una dieta ricca di carne rossa e lavorata e di grassi (soprattutto di origine animale).
Altri fattori: sedentarietà, obesità, fumo di sigaretta ed elevato consumo di alcol.
Nei pazienti colpiti da un tumore del colon retto, la prognosi dipende da diversi fattori come il grado di invasione dei tessuti, la presenza di metastasi e l’eventuale infiltrazione di altri organi. L’insieme di questi fattori determina la definizione dello stadio della patologia e permette di individuare le cure più appropriate per il paziente. Sono identificabili quattro diversi stadi:
Stadio 0: tumore allo stadio molto precoce, localizzato nello strato più interno del colon
Stadio I: il tumore è negli strati più interni del colon ed è circondato da tessuto normale
Stadio II: il tumore si è diffuso attraverso la parete muscolare del colon ma non l’ha ancora trapassata
Stadio III: il carcinoma si è diffuso ai linfonodi circostanti
Stadio IV: il carcinoma si è diffuso ad altri organi (metastasi)
La scelta del trattamento dipende dallo stadio del tumore e negli ultimi anni si è assistito ad un notevole progresso della medicina che ha migliorato l’approccio terapeutico a questo tipo di tumore, soprattutto nei casi più gravi.
La chirurgia è un'opzione di cura particolarmente importante quando il tumore può esere totalmente rimosso, ma si può ricorrere a chirurgia anche negli stati avanzati per rimuovere le cellule tumorali che occludono l’intestino e permettere così un sollievo dai sintomi. Oltre alla chirurgia, il trattamento del colon retto si può avvalere anche della chemioterapia, che è utile a ridurre la dimensione del tumore e il numero di metastasi e nel caso in cui la patologia non è operabile ad impedire le recidive.
Negli stadi avanzati (metastatici), la chemioterapia è usata soprattutto come setting palliativo per alleviare i sintomi e dolore e per allungare la sopravvivenza. Negli ultimi anni il progresso della biologia molecolare ha permesso di sviluppare numerose terapie mirate. Per poter somministrare un trattamento personalizzato ad un paziente è necessario effettuare un prelievo di tessuto tumorale (che rimane di proprietà del paziente) che verrà poi sottoposto ad analisi genetica, in questo modo verranno somministrati farmaci biologici idonei per ogni soggetto. Inoltre ricerche recenti dimostrano che l’identificazione di biomarcatori in alcuni tipi di tumori può essere predittiva, fornendo indicazioni su quali trattamenti mirati potranno essere efficaci e quali no. Questa scoperta aiuterà gli oncologi a selezionare il trattamento più appropriato per il paziente sin dall’inizio e quindi, migliorare i risultati complessivi a lungo termine.
Leggi altre informazioni
28/05/2010 Maria Miletta

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante