(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) delle ovaie, il 5 per cento entrambi e il 37 per cento nessuno dei due.
Fra le donne del secondo gruppo, invece, le rispettive percentuali sono del 52%, del 6%, del 2% e del 40%.
Analizzando le varie mutazioni, i ricercatori hanno scoperto che il rischio era modificato a seconda dell'alterazione presente, il che significa che è improprio definire una percentuale di rischio sicura in presenza di una certa mutazione genetica.
“Questo è solo il primo passo per definire il rischio associato alle singole mutazioni dei geni Brca1 e 2. Queste informazioni possono essere preziose, anche se servono ulteriori studi per capire quale livello di rischio può far cambiare le decisioni terapeutiche come la chirurgia preventiva'', spiegano gli autori statunitensi.
Leggi altre informazioni
08/04/2015 Arturo Bandini

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante