(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) «Il meccanismo d'azione è semplice: si tratta di piccoli frammenti di RNA costruiti in laboratorio usando molecole, i nucleotidi, acidi nucleici identici a quelli che compongono sia DNA che l'RNA ma con una sequenza invertita, per questo si chiamano antisenso. In altre parole si utilizzano gli stessi mattoni ma si costruisce un muro alla rovescia. Quando questa catena si inserisce in quella vera, crea una serie di errori che bloccano la proteina PCSK9 responsabile della concentrazione del colesterolo cattivo».
Franco Perticone, presidente della Simi, aggiunge: «Lo sono anche perché i costi di realizzazione sono stimati in circa un decimo rispetto agli anticorpi monoclonali. Inoltre, si tratta di farmaci con una durata d'azione molto lunga: nel caso dell'oligonucleotide antisenso mirato a PCSK9 due, tre somministrazioni l'anno con iniezione sottocute sono sufficienti a ottenere un effetto anticolesterolo simile a quello delle statine».
Leggi altre informazioni
06/11/2017 Andrea Sperelli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante