(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) di 55 studi clinici controllati e randomizzati.
«Dai risultati emerge una moderata evidenza che gli alfa-bloccanti facilitino l'espulsione delle concrezioni», riprende l'urologo. L'analisi dei sottogruppi ha fatto emergere la mancanza di benefici per i pazienti con calcoli di piccole dimensioni.
Al contrario, nei soggetti con calcoli più grandi e sottoposti a terapia con antagonisti alfa-adrenergici, le probabilità di espulsione erano maggiori del 57 per cento rispetto al gruppo di controllo.
Gli stessi pazienti mostravano inoltre un tempo di espulsione molto più breve e un minor numero di coliche, oltre a rischi più contenuti di un intervento chirurgico e di ricoveri ospedalieri.
«Dato il basso profilo di rischio di questi farmaci e la loro ampia finestra terapeutica, i nostri risultati suggeriscono che in presenza di coliche ureterali il medico curante dovrebbe prendere in considerazione la prescrizione di alfa-bloccanti», è la conclusione del dott. Hollingsworth.

Fonte: British Medical Journal
Leggi altre informazioni
27/12/2016 Andrea Piccoli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante