(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) come ricorda Porena, e sono ricorsi a una ricostruzione utilizzando una tecnica particolare.
Nelle parole del prof. Porena, che presenterà l'intervento al prossimo congresso della Società americana di urologia, i dettagli dell'operazione: “c'è stata dapprima una fase demolitiva per eliminare il tumore, poi durante la fase ricostruttiva per ricoprire l'organo genitale è stata eseguita la nuova tecnica per la trasposizione del pene in una sorta di tasca ricavata all'interno dello scroto. Poi abbiamo dovuto attendere quattro settimane per permettere una nuova rivascolarizzazione di tutti i tessuti. Quindi è stato 'staccato' il pene separando la cute che lo aveva ormai completamente ricoperto dal resto della cute scrotale ed è stata mobilizzata la cute della parete addominale anteriore. Si è avuta così una completa ricostruzione di tutto l'apparato genitale che presenta ora un aspetto praticamente normale, e ha riacquistato anche quelle funzioni sessuali che la presenza del tumore aveva del tutto abolito".
Leggi altre informazioni
10/01/2012 Arturo Bandini

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante