(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) I soggetti, affetti da diabete, hanno consumato una bevanda composta da aceto e acqua, alla quale ha fatto seguito un piatto di pasta. Dopo un'ora, gli scienziati hanno eseguito dei prelievi di sangue calcolando il livello di glicemia. Il risultato è stato chiaro: l'aceto riduce il livello di glucosio nel sangue. Una delle ipotesi è che l'acido acetico, contenuto nell'aceto, agisca riducendo le attività svolte da alcuni enzimi - saccarasi, lattasi e maltasi – che trasformano i carboidrati complessi in zuccheri semplici, oppure che produca un aumento della captazione del glucosio da parte del tessuto muscolare, che viene così sottratto dal flusso sanguigno.
In ogni caso, non bisogna esagerare nel consumo dell'alimento perché si potrebbero causare problemi a livello gastrointestinale, in particolare in quei pazienti affetti da gastrite o da reflusso gastro-esofageo. Tuttavia, una spruzzata di aceto nell'insalata non costituisce alcun rischio né per lo stomaco né per la linea, dato il basso contenuto calorico della sostanza.
Leggi altre informazioni
09/04/2013 Arturo Bandini

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante