(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) è riuscito infatti a dimostrare che l’introduzione di un atomo di iodio in una sequenza peptidica accelera notevolmente la sua capacità di auto-assemblaggio in fibrille amiloidi tipiche di alcuni stati patologici come ad esempio il morbo di Alzheimer.
Questo risultato è stato pubblicato su Nature Communications dopo soli due anni dall'inizio del progetto finanziato dall’European Research Council (ERC) "Folding with Halogen Bonding", nato proprio con l’obiettivo di chiarire i meccanismi degli effetti dell’alogenazione delle proteine.
Il team ha dimostrato che la singola sostituzione di un atomo di idrogeno con uno di iodio nella sequenza peptidica DFNKF della calcitonina umana determina una notevole accelerazione della fibrillazione del peptide modificato rispetto al peptide naturale.
“Il nostro progetto di ricerca – spiega il Professor Pierangelo Metrangolo - ha dimostrato per la prima volta che l'introduzione in sequenze peptidiche di donatori di legame ad alogeno, simili a quelli utilizzati dalle proteine e dal DNA, ne determina un’aumentata capacità di autoassemblarsi in fibrille amiloidi.
“Quello che abbiamo osservato – continua il coordinatore del progetto - può essere esteso a numerosi altri peptidi e proteine, e quindi svilupparsi come una strategia efficace per la progettazione di nuovi idrogeli a partire da peptidi non protetti e senza l'uso di solventi organici. I nuovi nanomateriali ed idrogeli così ottenuti potranno essere sfruttati in una vasta gamma di applicazioni che vanno dalla scienza dei materiali alle biotecnologie, come ad esempio per il rilascio controllato di farmaci, per applicazioni di ricostruzione chirurgica, come scaffold per l'ingegneria dei tessuti, come dispositivi microfluidici e biosensori”.
"Sono molto grato all’ERC – conclude il Professor Metrangolo - perché il contributo ricevuto è stato fondamentale per poter intraprendere questa ambiziosa ricerca interdisciplinare. Infatti, solo tali finanziamenti a lungo termine rivolti alla ricerca di base possono consentire di concentrarsi su problemi fondamentali che potrebbero rivoluzionare la nostra comune comprensione dei diversi processi biologici, così come la produzione di materiali funzionali innovativi".

Leggi altre informazioni
03/07/2015 Andrea Sperelli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante