(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) da Nobutaka Hattori.
La ricerca mostra come l’eventuale malassorbimento della sostanza sia associato a una maggiore probabilità di insorgenza della malattia.
«Studi epidemiologici in passato hanno suggerito che un pesante consumo di caffè potrebbe essere protettivo contro la malattia di Parkinson. Tuttavia, le nuove scoperte mostrano anche che il malassorbimento della caffeina potrebbe essere un fattore di rischio per la malattia», spiega Hattori.
Allo studio hanno partecipato 108 pazienti affetti da Parkinson lieve o moderato, ma senza demenza, e 31 soggetti sani. I ricercatori hanno misurato i livelli di caffeina e dei suoi 11 metaboliti in tutti i campioni di sangue dei partecipanti.
In entrambi i gruppi, i volontari avevano consumato in media due tazze di caffè al giorno, ma i soggetti affetti da Parkinson mostravano una concentrazione di caffeina pari a 24 pmol/10 microL, quindi molto inferiore ai 79 pmol/10 microL dei controlli sani.
Nel primo gruppo, inoltre, 9 degli 11 metaboliti risultavano molto più bassi rispetto al gruppo di controllo.
«Nonostante i risultati di alcuni studi precedenti su animali, i cambiamenti dell'intero metabolismo della caffeina nei pazienti con malattia di Parkinson, purtroppo, rimangono poco chiari», concludono gli autori.
David Munoz, della University of Toronto, in Canada, e Shinsuke Fujioka, della Fukuoka University in Giappone, scrivono in un editoriale di accompagnamento: «Studi futuri dovranno valutare il metabolismo della caffeina in pazienti con malattia di Parkinson non trattati o in quelli con segni prodromici di malattia».

Fonte: Neurology

Leggi altre informazioni
12/12/2018 Andrea Sperelli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante