(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) Guangdong Medical University di Zhanjiang, Cina, primo autore del lavoro.
I ricercatori hanno analizzato 21 studi randomizzati che hanno messo a confronto le diverse terapie in pazienti con Bpco stabile, da moderata a molto grave. La terapia tripla ha mostrato un tasso di riacutizzazioni più basso sia rispetto alla monoterapia con LAMA (rate ratio (RR): 0,71), sia rispetto alla doppia terapia con LAMA/LABA (RR: 0,78) e LABA/corticosteroidi (RR: 0,77).
Tuttavia, il trattamento non offre vantaggi a livello di sopravvivenza, e inoltre è associato a un rischio più alto di polmonite.
«La terapia tripla dovrebbe essere presa in considerazione in pazienti con sintomi di BPCO più gravi che non possono essere adeguatamente gestiti tramite la terapia doppia. Si dovrebbe inoltre tentare di identificare i pazienti con fenotipi di BPCO che hanno maggiore probabilità di rispondere alla terapia tripla, per esempio analizzando i livelli di eosinofili, le caratteristiche del paziente e la storia delle riacutizzazioni», concludono gli autori.

Leggi altre informazioni
06/12/2018 Andrea Sperelli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante