Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Sclerosi multipla, Cladribina efficace

Il farmaco riduce i sintomi indotti dalla malattia

Sclerosi multipla_7802.jpg

Nel trattamento della sclerosi multipla recidivante remittente (Smrr), la Cladribina si dimostra un'efficace opzione farmacologica. Lo dimostra uno studio di fase III apparso su Multiple Sclerosis e firmato da ricercatori dell'Università di Siena.
La somministrazione per 2 anni di Cladribina in compresse ha ridotto in maniera significativa il tasso annualizzato di perdita di volume cerebrale, vale a dire il grado di atrofia cerebrale, rispetto al placebo.
Inoltre, la terapia è associata a un minor rischio di progressione della disabilità misurata attraverso la scala Edss (Expanded Disability Status Scale) e a una maggiore probabilità di rimanere liberi dalla progressione della disabilità a 2 anni.
«Questa analisi», ribadisce Nicola De Stefano, primo autore dello studio e docente di Neurologia dell'Università di Siena, «è importante perché conferma il legame tra ridotta atrofia ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | sclerosi, cladribina, atrofia,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia SaluteAvvertenze privacy

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


Questa pagina è stata letta 2298 volte