(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) fine del follow up, durato tre anni, il tempo medio giornaliero era molto ridotto fra quei soggetti che avevano apportato modifiche allo stile di vita rispetto ai gruppi metformina e placebo. I minuti passati davanti alla Tv erano rispettivamente 22, 3 e 8.
«Ma la scoperta interessante è che in tutti i gruppi, fatti i necessari aggiustamenti per l'attività fisica e altri fattori confondenti, ogni ora al giorno trascorsa a guardare la Tv si associa a un aumento del 3,4% delle probabilità di sviluppare diabete», aggiunge l'autrice. La sedentarietà è stata valutata attraverso alcuni questionari somministrati da intervistatori che prevedevano domande sul tempo impiegato in attività a basso dispendio energetico.
«Combinando i dati di tutti i partecipanti, abbiamo notato un'associazione diretta del rischio di diabete con il tempo trascorso alla televisione, evidente anche dopo aggiustamento per età, sesso, braccio di trattamento e grado di attività fisica nel tempo libero, e attenuato dal peso in funzione del tempo», sottolinea Rockette-Wagner.
Intervenire sullo stile di vita si è tradotto in una riduzione significativa della sedentarietà. In tutti i bracci analizzati, i soggetti meno sedentari mostravano un rischio inferiore di diabete.
«Oltre ad aumentare l'esercizio fisico, i futuri programmi di intervento sullo stile di vita dovrebbero sottolineare la necessità di ridurre le attività a scarso dispendio energetico: guardare la Tv, usare il computer o stare seduti mentre ci si sposta o si va al lavoro. Tali comportamenti sedentari, infatti, sono potenziali fattori di rischio per il diabete e la sindrome metabolica, indipendentemente dall'attività fisica svolta», concludono gli autori.
Leggi altre informazioni
04/05/2015 Arturo Bandini

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante