(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) confrontati con quelli di altri 96 bambini esposti prima della nascita solo al tabacco e di 113 bambini che costituivano il gruppo di controllo.
I risultati indicano che i bambini esposti al tabacco o alla cannabis mostrano differenze nello spessore corticale.
«I dati disponibili evidenziano l'esistenza di una diretta correlazione tra l'entità del consumo di derivati della cannabis in gravidanza e l'incidenza di alterazioni neurocomportamentali nel bambino», affermano inoltre Silvana Gaetani e Vincenzo Cuomo dell'Università La Sapienza di Roma.
«Alla nascita possono essere presenti tremori e una ridotta capacità di tollerare gli stimoli visivi, ma è con la crescita - avvertono - che meglio si delineano i disturbi neurocomportamentali. A 3 anni sono stati evidenziati ritardi nello sviluppo del linguaggio e disturbi del pattern del sonno, mentre a 4 anni sono state descritti disturbi di memoria e attenzione, ridotta capacità nei test di percezione visiva e difficoltà di interazione».
Leggi altre informazioni
22/06/2016 Andrea Sperelli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante