(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) mortalità fra tutti i tumori infantili.
L'anticorpo agisce sulla molecola CD47, presente solo sulla superficie delle cellule malate. Il cancro si serve della molecola per impedire ai macrofagi di eliminare le cellule tumorali. CD47 reca infatti sulla propria superficie una sorta di «divieto d'accesso» che confonde e ostacola il lavoro delle cellule «spazzine».
Tuttavia, su modelli in vitro e in vivo (topolini), Hu5F9-G4 si è dimostrato in grado di eliminare questo meccanismo di autodifesa del cancro. A quel punto, i macrofagi hanno ricominciato a fare il proprio lavoro e la diffusione del cancro si è fermata.
Un risultato davvero promettente che apre nuove strade al trattamento di malattie ostiche come il medulloblastoma, che metastatizza molto rapidamente lasciando poche speranze al bambino colpito.
L'altro aspetto importante è che Hu5F9-G4 ha mostrato un'attività scarsa nei confronti delle cellule neurali sane, elemento fondamentale per la messa a punto di una cura davvero efficace.

Leggi altre informazioni
16/03/2017 Andrea Piccoli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.
Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante