(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) con la simulazione al computer dei fenomeni biologici rilevanti, consente di ottenere indicazioni utili per migliorare le dosi e i tempi di somministrazione combinata dei farmaci attivi su un particolare tumore, evitando inoltre sovrapposizioni inutili se non addirittura controproducenti.
«Il meccanismo della proliferazione di popolazioni di cellule tumorali è alla base dell’espansione o contrazione del tumore durante le terapie, ma non è direttamente accessibile all’osservazione. Osserviamo, infatti, solo l’evolversi delle dimensioni del tumore a seguito del trattamento farmacologico in atto», spiega Paolo Ubezio, dell’Unità di Biofisica dell’Istituto. «Il metodo messo a punto, ci ha consentito di studiare nel tempo l’eliminazione di cellule tumorali, il rallentamento di quelle sopravvissute e di confrontare diversi schemi di trattamento con le combinazioni di uno, due o tre farmaci».
La ricerca si è avvalsa del sostegno dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.
Leggi altre informazioni
20/11/2017 Andrea Sperelli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante