(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) minoranza di donne segue le indicazioni», scrivono i ricercatori.
Attraverso un'analisi dei registri Eurocat (European Surveillance of Congenital Anomalies), i ricercatori inglesi hanno esaminato le tendenze a lungo termine della prevalenza di difetti del tubo neurale nell'Unione Europea, analizzando in totale oltre 11mila casi.
I dati indicano che la prevalenza totale di difetti nel 2011 era di 9 nati su 10mila, più o meno la stessa riscontrata nel 1991.
Secondo gli studiosi, l'unica possibilità è una politica di fortificazione obbligatoria di alimenti di prima necessità con integrazione di acido folico.
Commentando la ricerca, James Mills, epidemiologo presso i National Institutes of Health di Bethesda, spiega: «Se la sensibilizzazione volontaria non funziona, l'Europa dovrebbe considerare la fortificazione obbligatoria, che ha già dimostrato la sua efficacia in molti paesi tra cui gli Stati Uniti».
La spina bifida è una delle più frequenti malformazioni congenite e causa disabilità permanente. Appartiene al gruppo delle anomalie secondarie a difetti di chiusura del tubo neurale. Tra questi la forma più frequente è il mielomeningocele (80-90%), che si caratterizza per l'erniazione delle meningi e del tessuto nervoso displasico attraverso un'apertura degli archi posteriori delle vertebre e dei tessuti molli sovrastanti.
Una patologia inguaribile come la spina bifida – che in Italia, ogni anno, colpisce un feto su 1300 – si può prevenire: è infatti sufficiente che la futura mamma segua un’alimentazione equilibrata e assuma, nel periodo peri-concezionale e per tutto il primo trimestre di gravidanza, un apporto corretto di acido folico, la vitamina del gruppo B che riduce l’incidenza della patologia dal 75 al 90%.
I recenti studi sulla genetica di questa patologia e la continua ricerca dei fattori ambientali di rischio hanno indotto i ricercatori ad ammettere che una carenza di acido folico, una vitamina del gruppo B nel sangue materno prima del concepimento e durante le prime settimane di gravidanza aumenta le probabilità di avere un figlio con un difetto di chiusura del tubo neurale.
In Italia sono 180 ogni anno i bambini che nascono con la spina bifida. Purtroppo, nel nostro paese solo il 10% delle donne che programmano una gravidanza sa di dover tutelare la salute del proprio piccolo dalla spina bifida e dagli altri difetti del tubo neurale.

Fonte: British Medical Journal
Leggi altre informazioni
10/12/2015 Andrea Piccoli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante