(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) pazienti con diabete e malattia renale cronica normoalbuminurica (NA-CKD) sia in quelli senza NA-CKD.
Sono stati selezionati 665 pazienti con diabete ricoverati a causa di uno scarso controllo glicemico. Dal campione sono stati esclusi i soggetti che avevano un’escrezione di proteine urinarie >150 mg/die o di albumina urinaria >30 mg/die.
«La mortalità per tutte le cause, ottenuta dal registro nazionale di Taiwan, è servita come outcome principale durante il follow-up», spiegano gli autori.
Il più elevato tasso di decessi è stato registrato fra i pazienti con CKD e retinopatia, mentre il rischio di mortalità per tutte le cause e mortalità cardiovascolare era significativamente maggiore nei soggetti con CKD e retinopatia rispetto a quelli senza CKD o retinopatia, anche dopo l’aggiustamento per i fattori di rischio associati.
«I nostri risultati mostrano che la retinopatia diabetica è un fattore predittivo significativo di mortalità cardiovascolare e per tutte le cause nei pazienti con DM2 e normoalbuminuria», osserva Lee. «Lo screening per retinopatia diabetica può aiutare a identificare le persone ad alto rischio di mortalità tra i pazienti con DM2 ricoverati a causa di un cattivo controllo glicemico, anche in quelli con normoalbuminuria».
Leggi altre informazioni
25/09/2018 Andrea Sperelli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante