(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) del soggetto adulto. Numerosi studi suggeriscono che le modifiche somatiche e funzionali si verificano per un errore o un disturbo nel funzionamento del programma genetico in relazione allo stress ambientale.
Una prima indicazione di un tale evento è la perdita della simmetria bilaterale somatica e\o funzionale. Queste osservazioni sia in ambito animale che umano hanno portato alla scoperta di un fenomeno denominato "Asimmetria fluttuante", che per i biologi dell'evoluzione rappresenta il bioindicatore dello stress ambientale subito dal soggetto. È di facile osservazione che ciascun soggetto ha un caratteristico modo di muoversi e un proprio atteggiamento posturale, un po' più difficile è osservare che i suoi movimenti e i suoi tratti somatici sono costantemente asimmetrici. Tutto ciò non costituisce di per sé una vera e propria malattia, ma sicuramente costituisce un chiaro segnale che ciascun individuo sta attuando dei processi di adattamento all'ambiente, non sempre positivi per la sua salute. Come è naturale che sia, i processi di adattamento coinvolgono tutti i meccanismi che possono essere alla base dell'osteoartrosi sia primaria che secondaria e in particolare "l'organo principale" che gestisce l'interazione con gli stress ambientali e le risposte di adattamento: il sistema nervoso.
In questa ottica l'introduzione delle tecniche non invasive di stimolazione cerebrale con Radio Electric Asymmetric Conveyer (REAC) nel trattamento dei quadri artrosici segna un passo avanti nell'approccio terapeutico. Infatti l'obiettivo non sarà solo quello di ridurre i sintomi, ma quello di ridurre le cause, promuovendo positivi e sicuri meccanismi neurologici psichici e fisici nei confronti degli stressor ambientali che costantemente e inconsciamente alterano le funzioni del nostro intero organismo. Tutto ciò inducendo una migliore risposta adattativa che porterà a una riduzione degli "errori" del nostro organismo che sono alla base dell'osteoartrosi.
I risultati di questa nuovo approccio terapeutico nel trattamento dell’Osteoartrosi del Ginocchio e dell’Anca sono stati pubblicati su riviste scientifiche internazionali "peer reviewed".

Articolo a cura del Dr. Alessandro Castagna, Ortopedico, Dipartimento di Neuro Psico Fisio Patologia dell'Istituto Rinaldi Fontani di Firenze.Email: info@irf.it.

I lavori completi in lingua inglese possono essere consultati nei seguenti Links:
http://www.dovepress.com/articles.php?article_id=7944
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20578643
Gli altri lavori già pubblicati sulla metodica e presenti su Pub Med si trovano sul seguente Link:
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed?term=rinaldi%20fontani

Leggi altre informazioni
19/09/2011 Alessandro Castagna

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante