(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) era deficitaria.
Nella maggior parte dei casi, chi non aderiva al trattamento era più giovane, aveva un livello di istruzione più basso e punteggi inferiori nelle scale di depressione e status mentale.
«Questi dati ci possono aiutare a identificare i pazienti più a rischio di mancata aderenza al trattamento», conclude l’autore.
In un secondo studio, Boland ha coinvolto i 70 pazienti non aderenti alla terapia assegnandone 38 al gruppo di intervento e 32 alle cure standard.
«Con 38 pazienti siamo intervenuti utilizzando un sistema automatizzato di invio di messaggi giornalieri – vocali o di testo – per ricordare loro di utilizzare le gocce oculari, mentre nel gruppo controllo sono state utilizzati solo gli interventi standard», spiega il ricercatore.
Nel gruppo di controllo le percentuali aderenza alla terapia non sono cambiate, mentre nel secondo gruppo le percentuali sono aumentate di ben 19 punti, dal 54 al 73 per cento.
«Si tratta di un metodo semplice e decisamente poco costoso per migliorare realmente l’aderenza ai trattamenti in campo oftalmologico», conclude Boland.
Leggi altre informazioni
21/05/2014 Andrea Sperelli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante