(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) valvolare aortica transapicale è una nuova frontiera della cardiologia interventistica ed oggi una realtà anche in Italia” ha commentato il Dottor Rubino al termine delle procedure.
Sino ad oggi la sostituzione valvolare aortica, con approccio chirurgico tradizionale mediante apertura completa del torace ed impianto di una valvola artificiale, ne rappresentava l’unica terapia possibile. Il progresso tecnologico e la costante ricerca clinica stanno però modificando questo scenario. Da pochi mesi è infatti possibile impiantare protesi valvolari aortiche senza la necessità dell’approccio chirurgico tradizionale ma introducendo la protesi tramite un piccola finestra, grande meno di due centimetri, praticata nel torace. Tale foro è sufficiente ad esporre l’apice (la punta) del cuore, attraverso il quale è poi introdotta la protesi.
Una volta all’interno del cuore, grazie all’uso dei raggi X, è possibile posizionare la valvola artificiale in corrispondenza di quella naturale e qui rilasciarla grazie alla dilatazione del palloncino. In questo modo non è più necessario aprire il torace.


Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante