(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) alimentazione contenente un terzo di calorie in piu' aveva avuto un figlio maschio contro il 45% di quelle che avevano seguito una dieta con un terzo di calorie in meno.
Il livello calorico risultava essere il principale fattore in grado di influire sul sesso del bambino: le donne che avevano partorito un maschio piu' spesso avevano mangiato 180 calorie in piu' rispetto alle donne che avevano avuto una femmina. Piu' in particolare, dallo studio britannico risultava evidente una differenza tra le donne che facevano abitualmente una prima colazione a base di cereali, che hanno avuto figli maschi per il 59% rispetto a coloro che hanno dichiarato di non fare affatto colazione, o farla raramente, che hanno avuto maschi per il 43%.
La ragione di questo fenomeno e' oscura, anche se e' noto che gli embrioni di sesso maschile richiedono maggiori quantita' di glucosio. D'altra parte, i risultati di queste ricerche sembrano in accordo con la teoria biologica per cui molti animali, tra cui forse l'uomo tendono a produrre maschi quando ci sono cibo e risorse in abbondanza, per una strategia in base alla quale maschi sani daranno luogo a una progenie sana.

Fonte: agenzia di stmpa Dire


Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante