Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Il nesso fra testosterone e tromboembolismo venoso

Una ricerca segnala l'aumento del rischio a causa dell'ormone

Trombosi_898.jpg

L'assunzione di testosterone si associa a un aumento del rischio di insorgenza del tromboembolismo venoso, secondo le conclusioni di uno studio apparso sul British Medical Journal. Il picco del rischio viene raggiunto entro 6 mesi dall'inizio della cura, per poi calare progressivamente.
┬źUn significativo incremento nella prescrizione di testosterone si ├Ę verificato nel primo decennio di questo secolo, con un aumento stimato di dieci volte negli Stati Uniti e di 40 volte in Canada, cosa che suggerisce una sottostima statunitense┬╗, spiega Carlos Martinez, coordinatore dello studio e ricercatore presso l'Istituto di Epidemiologia, statistica e informatica di Francoforte.
Chi ├Ę affetto da tromboembolismo venoso subisce spesso la formazione di coaguli di sangue nelle vene, che vengono cos├Č intasate. Le forme pi├╣ comuni della malattia sono la trombosi venosa profonda, che si manifesta il pi├╣ ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | testosterone, tromboembolismo, coaguli,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La PubblicitÓ su Italia SaluteAvvertenze privacy

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


Questa pagina ├Ę stata letta 1889 volte