(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) maggiori probabilità di ammalarsi», sottolineano i ricercatori. Dei 2.727 pazienti colpiti dal melanoma, il 39 per cento è stato definito a rischio elevato a causa della storia familiare, del numero dei nei e della precedente comparsa di melanoma.
«Il fattore di rischio più comune era la numerosità dei nei, seguito dalla storia personale di melanoma e dalla positività dell'anamnesi familiare», scrivono gli autori. Nei pazienti a rischio elevato, l'età media al momento della diagnosi era inferiore, circa 62 anni rispetto ai 65 degli altri.
L'esordio del tumore si diversificava a seconda del fattore di rischio considerato: il cancro si manifestava in media a 56 anni nei pazienti con una storia familiare alle spalle, a 59 anni per quelli con molti nei e a 69 anni per chi aveva già avuto un melanoma.
«Questi risultati suggeriscono che i fattori di rischio personali potrebbero essere utilizzati per personalizzare i programmi di sorveglianza preventiva», conclude Watts.

Fonte: Jama Dermatology
Leggi altre informazioni
24/11/2016 Andrea Sperelli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante